FixLine l’innovativo sistema di Symach, che incrementa la produttività e l’efficienza nelle carrozzerie di tutto il mondo.

Symach sta reinventando il modo in cui le carrozzerie lavorano, con il suo esclusivo sistema FixLine. L’azienda italiana, conosciuta per le sue attrezzature di alta qualità, sta realizzando carrozzerie in tutto il mondo usando il suo innovativo processo di riparazione. Attualmente ci sono 46 carrozzerie che stanno utilizzando il processo FixLine in Australia, Nord America, Europa and Medio Oriente. Fondata nel 2001, Symach offre una vasta gamma di attrezzature e tecnologie finalizzate ad aumentare la produttività e l’efficienza delle carrozzerie. Il sistema FixLine consiste in un layout e un processo di riparazione che combina: la tecnologia brevettata DryTronic, i robot di essiccazione e il ciclo di verniciatura SPP (Symach Paint Process).

“In confronto ai metodi di lavoro convenzionali, il sistema FixLine riduce il costo medio del lavoro del 25% e i tempi di consegna di circa due giorni”, ha detto Osvaldo Bergaglio, CEO di Symach. La FixLine include tutte le fasi della riparazione e viene personalizzata per ogni carrozzeria, per garantire un flusso di lavoro meglio organizzato e tempi di riparazione ottimali. Ci sono tre differenti layouts e processi di riparazione, che sono suddivisi sulla base della dimensione del danno e del numero di pannelli coinvolti nell’incidente. “Ciò rende possibile ottimizzare per ogni fase della riparazione, le competenze dei tecnici e le attrezzature”, dice Bergaglio. “Inoltre massimizza qualità, efficienza e produttività”.

La linea FixLine permette un flusso di lavoro continuo durante tutta la giornata, permettendo così alla carrozzeria di usare circa il 30% in meno di tecnici rispetto ad una carrozzeria convenzionale, per riparare lo stesso numero di vetture al giorno. E’ disponibile in due diverse configurazioni: la FixLine SprayTron che ha la capacità di riparare 10 auto al giorno con un solo verniciatore; la FixLine KombiTron che può riparare 20 auto al giorno con due verniciatori.

Quando la Symach aprì l’attività sviluppò e brevettò una nuova tecnologia per essiccare le vernici chiamata DryTronic, che riduce drasticamente i tempi di essiccazione, Bergaglio spiega che la tecnologia genera radiazioni infrarosse con differenti lunghezze d’onda, che penetrano direttamente all’interno delle molecole della vernice, essiccandola istantaneamente. “La tecnologia DryTronic di Symach essicca stucco, fondo, base all’acqua e trasparente in un minuto e 30 secondi per pannello, il che permette un processo di lavoro in continuo durante ciascuna fase di riparazione”, dice Bergaglio. “Questo significa che le auto danneggiate possono essere riparate senza interruzione e i tecnici non devono gestire tre o più auto in riparazione contemporaneamente durante il processo di riparazione come accade oggi”. Symach è una delle prime aziende a produrre dei robot per l’essiccazione della vernici, il processo FixLine usa i robot per lo stucco e il fondo in preparazione, e per la base all’acqua e trasparente in cabina di verniciatura.

L’azienda ha anche sviluppato uno specifico processo di verniciatura chiamato “SPP”, Symach Paint Process, che può portare ad un risparmio di tempo in applicazione fino al 60%, in confronto ai processi di verniciatura convenzionali ed è utilizzabile per ogni marca vernice”, afferma Bergaglio. Come parte del sistema FixLine, Symach assiste inoltre il cliente con la progettazione del processo di lavoro e del layout della carrozzeria, che normalmente richiede il 30% di superficie in meno rispetto ad un layout tradizionale. L’azienda inoltre effettua un programma di formazione articolato per responsabili e tecnici che include: programmazione dei ruoli, la pianificazione del lavoro giornaliero, la gestione corretta del flusso dei ricambi, la redazione di un report di produttività settimanale tramite analisi dei KPI.

“Symach è destinata a diventare il leader mondiale nelle carrozzerie automatizzate”, dice Bergaglio. “Siamo impegnati ad assistere le carrozzerie perché diventino più efficienti, risparmiando sia tempo che costi con l’impiego della nostra tecnologia esclusiva e dei nostri impianti”.